News/Offerte - PVINVEST

Vai ai contenuti

Menu principale:

ECOBONUS
Agevolazioni fiscali 2019
La Legge di bilancio 2019 ha prorogato l'ecobonus . Per la realizzazione di un impianto fotovoltaico si può usufruire della detrazione IRPEF del 50% dei costi sostenuti, spalmata in massimo dieci anni.
Ma non solo; molte altre opportunità di agevolazioni fiscali conseguenti gli interventi di efficientamento energetico, sono oggi possibili.
Conto Termico 2.0
Incentivi fino al 65 %
Il nuovo Conto Termico, in vigore dal 31 maggio 2016,  incentiva interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. I beneficiari sono Pubbliche Amministrazioni, imprese e privati che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alla PA. Responsabile della gestione del meccanismo e dell’erogazione degli incentivi è il Gestore dei Servizi Energetici, il quale , per incentivi spettanti fino a 5000 € li eroga in una unica soluzione entro 2 mesi. Con il nuovo Conto Termico è possibile riqualificare i propri edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo i costi dei consumi e recuperando in tempi brevi parte della spesa sostenuta. Inoltre, il nuovo CT consente alle PA di esercitare il loro ruolo esemplare previsto dalle direttive sull’efficienza energetica e contribuisce a costruire un “Paese più efficiente”.
l nuovo CT prevede incentivi più alti:
fino al 65% della spesa sostenuta per gli "Edifici a energia quasi zero" (nZEB);
fino al 40% per gli interventi di isolamento di muri e coperture, per la sostituzione di chiusure finestrate, per l’installazione di schermature solari, l’illuminazione di interni, le tecnologie di building automation, le caldaie a condensazione;
fino al 50% per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F e fino al 55% nel caso di isolamento termico e sostituzione delle chiusure finestrate, se abbinati ad altro impianto (caldaia a condensazione, pompe di calore, solare termico, ecc.);
anche fino al 65% per pompe di calore, caldaie e apparecchi a biomassa, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici;
il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati, con le cooperative di abitanti e le cooperative sociali.  
powered by pvinvestenergy.com
Torna ai contenuti | Torna al menu